Ostia Antica, Roma Italia
ItalyGuides, Viaggio virtuale in italia Roma virtuale - panorami, audio guide per iPod e video in HDTV Audioguide - Audio guide su Roma Antica, Le audio guide di Roma in mp3 o per iPod Photo gallery di Roma, galleria fotografica, Foto di Roma Prenotazione hotel e alberghi a Roma Segway tour a Roma
FrançaiseItalianoEnglish

- Teatro Romano di Ostia Antica -

Lungo il decumanus maximus, una delle principali arterie di sviluppo della città, si incontra la curva esterna della cavea del Teatro, eretto sotto Augusto (fine I secolo a.C.) e poi riedificato in mattoni, nel 196 - l'attuale anello esterno, in mattoni, è una ricostruzione moderna, così come i gradini della cavea, realizzati in occasione dell'Esposizione Universale di Roma del '42.

Muri della costruzione originaria, dei tempi di Augusto, sono ancora visibili lungo i corridoi laterali, ai lati dell'orchestra. Il teatro comprendeva due ordini di gradinate e arrivava a contenere fino a 2500 spettatori. La capienza fu ulteriormente aumentata con l'aggiunta di un terzo ordine di gradinate - all'epoca di Settimio Severo e Caracalla - e di un loggiato superiore.

È probabile che il teatro fosse anche utilizzato per spettacoli d'acqua: sono infatti stati ritrovati dei frammenti di lastre di marmo, all'altezza del terzo gradino, che fanno pensare alla possibilità di allagare l'orchestra.

Dai corridoi ai lati dell'orchestra si accede all'ampio piazzale delle Corporazioni, il luogo dove si concentravano gli uffici dei mercanti e dei commercianti più importanti della città.

All'interno degli uffici, nello spazio che anticamente doveva essere coperto, si notano delle immagini accompagnate da alcune scritte, che indicavano le diverse corporazioni: i commercianti di corde e stoppa, molto importanti in una città di mare come Ostia; i conciatori di pelli; i naviganti; i commercianti in grano; i commercianti in avorio; gli armatori, provenienti dalla Tunisia, da Cartagine, dalla Sardegna; i traghettatori.

Lo spazio centrale del foro era occupato da un tempio, oltre che da giardini ornati con statue di personaggi legati al commercio.