Ostia Antica, Roma Italia
ItalyGuides, Viaggio virtuale in italia Roma virtuale - panorami, audio guide per iPod e video in HDTV Audioguide - Audio guide su Roma Antica, Le audio guide di Roma in mp3 o per iPod Photo gallery di Roma, galleria fotografica, Foto di Roma Prenotazione hotel e alberghi a Roma Segway tour a Roma
FrançaiseItalianoEnglish

- Ostia Antica -

Teatro Romano di Ostia Antica, Roma Italia Terme del Foro (Frigidarium) Ostia Antica, Roma Italia Terme del Foro (Tepidarium) Ostia Antica, Roma Italia
Caupona di Alexander, Ostia Antica, Roma Italia Campidoglio, Ostia Antica, Roma Italia Le foto di Ostia antica

Gli scavi di Ostia antica rappresentano certamente una tra le più importanti aree archeologiche al mondo. In questo vasto complesso di strutture imponenti e, in alcuni casi, ottimamente conservate, possiamo trovare un repertorio completo delle più diffuse forme architettoniche e urbanistiche dell'antichità romana, nonché delle più tipiche tipologie costruttive, quali archi,  volte, quasi ovunque realizzati in opus caementicium, il calcestruzzo romano.

Domus, insulae, teatri, terme, piazze, templi, botteghe e locali pubblici: percorrendo le vie della città si può facilmente immaginare quale dovesse essere l'aspetto originario di questo importante insediamento, sorto allo sbocco del Tevere, e poco lontano da Roma, forse già prima del IV secolo a.C. I più antichi ritrovamenti risalgono, infatti, alla seconda metà del IV secolo, quando il territorio di Roma già si estendeva dalla Toscana al Lazio. Ostia era allora un 'castrum', un insediamento fortificato all'interno di un recinto rettangolare di mura costruite in grossi blocchi di tufo.

A partire dal II secolo a.C. Ostia divenne un importante centro di commercio e di approvvigionamento alimentare per Roma, e cominciò ad espandersi.

Fu dotata di un teatro, di un primo foro - termine che indica la piazza del centro urbano - e di un acquedotto. La sua importanza crebbe con la costruzione del porto di Claudio, a tre chilometri di distanza, da cui si sviluppò il nuovo centro urbano di Portus, in seguito ampliato da Traiano: così, mentre Portus diventava il polo commerciale più importante del litorale, dotato del più grande sistema portuale del Mediterraneo, Ostia si configurava sempre più come centro amministrativo e direzionale.

Qui si trovavano le sedi delle più importanti 'compagnie di viaggio' dell'antica Roma: di fronte all'entrata dei vari uffici, nel Piazzale ( o Foro) delle Corporazioni, un mosaico sul pavimento raffigurava il tipo di trasporto in cui la ditta si era specializzata e i luoghi in cui viaggiava.

Dopo gli anni del massimo splendore, in cui Ostia arrivò a contare circa 50.000 abitanti, con Adriano - l'imperatore che a Roma fece costruire il Pantheon e, a Tivoli, la sua sontuosa villa - ma anche con Antonino Pio, Marco Aurelio e Commodo, la città si avviò verso un periodo di lenta decadenza, a cominciare dalla fine del III secolo d.C. e in linea con la crisi generale dell'impero romano.

Agli inizi del V secolo il Tevere all'altezza di Ostia non era più navigabile e ampie zone della città furono abbandonate. L'insabbiamento progressivo del fiume, insieme ai disastrosi effetti delle invasioni barbariche condussero all'abbandono della costa, fino alla piena del 1557 che causò la decadenza definitiva della città.

Il nuovo nucleo di Ostia marittima si formò a partire dai primi anni del '900, in seguito alla bonifica del litorale.

- Gli scavi -

La prima campagna sistematica di scavi fu intrapresa nei primi anni dell'800, sotto Pio VII. In seguito, dopo l'Unità, scavi successivi misero in luce una zona visitabile di circa 34 ettari, estensione che rappresenta più della metà dell'area effettivamente edificata. Nel dopoguerra si è proceduto soprattutto a opere di restauro e conservazione.