FrançaiseItalianoEnglish

- Veduta del Vesuvio -

Unico vulcano attivo d'Europa – oltre che tra i più interessanti e i più studiati – il Vesuvio, dalle caratteristiche due cime (Somma e Vesuvio), conferisce al golfo di Napoli un aspetto inconfondibile, legato indissolubilmente all'immagine della stessa città.

Il golfo con il vulcano fumante sullo sfondo rappresenta da sempre, infatti, una delle visioni più caratteristiche di Napoli e questo gigante solo apparentemente sopito conserva ancora oggi quell'aura di fascino e di terribilità che la storia, fin dai tempi della sua prima, catastrofica eruzione del 79 d.C. (che distrusse le cittadine di Pompei, Stabia ed Ercolano), ha contribuito a costruire.

Già prima di allora, nel 63, un violento terremoto aveva sconvolto la stessa regione, danneggiando le cittadine di Nocera, Stabia, le stesse Ercolano e Pompei. Il disastro fu inteso dalla popolazione come un cattivo presagio, e si deve interpretare come segno del successivo risveglio del vulcano, nemmeno venti anni più tardi.

Da quella data si sono succedute numerose eruzioni, tra cui alcune di particolare violenza. Una, memorabile, nel 512: i danni furono tali che Teodorico, re dei Goti, annullò le imposte alle popolazioni locali, gravemente danneggiate.

Nel 1631, dopo un lungo periodo di quiete – durante il quale il monte fu coltivato fino all'altezza del cono e il cratere si coprì di foreste - il Vesuvio rientrò improvvisamente in attività, con una terribile eruzione che distrusse quasi tutti i centri abitati ai piedi del monte, causò la morte di oltre 3000 persone, ed oscurò il cielo per diversi giorni sull'Italia meridionale, fino al golfo di Taranto. Seguirono altre significative eruzioni nel 1694, nel 1767, nel 1794, nel 1872 e nel 1906. L'ultima si è verificata nel 1944.

Attualmente il vulcano è in stato di quiete, e in condizioni di continuo monitoraggio. Il Vesuvio è un tipico esempio di vulcano a recinto, in cui il cono è circondato da un cratere originario, molto più ampio. Alla base misura circa 50 Km di circonferenza, mentre le circonferenze dei due crateri sono di circa 11 Km (Somma) e 1,5 Km (Vesuvio). Nel punto di massima altezza, il Somma misura 1132 m e il Vesuvio 1277 m.