FrançaiseItalianoEnglish

- Piazza del Plebiscito -

Ai piedi della collina di Pizzofalcone - da cui il nome del pittoresco quartiere - si apre la splendida scenografia di Piazza del Plebiscito, una delle più ampie e monumentali piazze della città. Assunse la conformazione attuale soltanto a partire dalla fine del Settecento, con la costruzione del Palazzo Salerno (fine '700), del Palazzo della Prefettura (1815), e dello scenografico portico a emiciclo di ordine dorico.

Il portico, fatto costruire nel 1809 da Gioacchino Murat, fu completato al centro, pochi anni più tardi, dalla monumentale basilica di S. Francesco di Paola, eretta per volontà di Ferdinando I, in adempimento a un voto per la riconquista del regno di Napoli. La chiesa domina la piazza con l'imponente prospetto neoclassico - su modello del Pantheon di Roma - e la grande cupola, che si solleva sull'alto tamburo cilindrico.

Un pronao a sei colonne e due pilastri ionici, sormontato da un timpano triangolare, precede la facciata della chiesa. Sul lato opposto, verso il mare, fa da sfondo alla piazza il Palazzo Reale, costruito nel 1600-02 da Domenico Fontana per ordine del vicerè Ferrante di Castro. Risalgono alla costruzione originale la facciata sulla piazza - sebbene le arcate del portico siano state alternativamente riempite ad opera del Vanvitelli, per motivi statici, sul finire del Settecento - e il cortile d'onore. Il resto del palazzo fu dapprima trasformato da Gioacchino Murat e Carolina Bonaparte con l'aggiunta di decorazioni e di arredi neoclassici, in parte provenienti dalle Tuileries, e in seguito fu restaurato, dopo un incendio, da Ferdinando II, che arricchì di decorazioni lo scalone monumentale e realizzò il giardino pensile sul fronte meridionale (1837).

Nei punti focali della piazza ellittica sono collocate le due statue equestri, in bronzo, di Carlo III di Borbone, capostipite della casata - opera di Antonio Canova - e di Ferdinando I, suo figlio. Particolarmente scenografico è lo scorcio sul Vesuvio - nell'immagine addirittura imbiancato dalla neve - inquadrato tra il Palazzo Reale e il Palazzo della Prefettura.