San Gimignano
FrançaiseItalianoEnglish

- Torre del Diavolo -

La Torre dei Diavolo è una delle quattordici torri medievali rimaste a San Gimignano; si trova sul lato settentrionale di Piazza della Cisterna e apparteneva al palazzo dei Cortesi.

La torre ha un nome misterioso e inquietante legato a una leggenda. Si racconta infatti che al ritorno da un viaggio, il proprietario avesse notato con enorme sorpresa che la torre era più alta di come l'aveva lasciata. Questo evento prodigioso fu subito attribuito all'intervento diabolico e così anche il nome della torre, fu legato indissolubilmente al Demonio.

L'alta torre ha un portale doppio, che fa pensare che al di sotto ci fosse un antico passaggio pedonale. Infatti, proprio da sotto la torre si accedeva al Vicolo dell'Oro, dove si trovavano le botteghe dei “battiloro”, gli artigiani che, martellando vigorosamente le monete d'oro zecchino, riducevano in fogli sottilissimi il prezioso metallo, realizzando le foglie d'oro, usate come pregiatissima base delle tavole dipinte.

Alzando gli occhi, ci si accorgerà che il piano superiore della torre è ha numerosi buchi nella muratura. Servivano come alloggiamento per le travi di legno che reggevano i ballatoi (l'equivalente dei nostri balconi) che permettevano di passare dall'esterno, da una stanza all'altra, ma che potevano essere rapidamente smontati in caso di pericolo, per impedire ai nemici di accedere alla torre.

Per lo stesso motivo anche le finestrelle che si aprono su ogni piano non sono altro che delle strette feritoie. Questo era tipico del Medioevo, quando le necessità difensive prevalevano su quelle estetiche, sul comfort e sulla luminosità degli ambienti.

Anche l'ultimo piano doveva avere un ballatoio che correva intorno a una loggetta. Anche di questo restano solo i sostegni sporgenti. Forse è stato proprio il loro aspetto un po' sinistro ad alimentare la leggenda.

Il palazzo Cortesi, adiacente alla torre, ha solo due piani, illuminati ognuno da una monofora (una stretta finestra) ed è realizzato con una pietra più scura rispetto ai materiali della torre.