San Gimignano
Fran├â┬žaiseItalianoEnglish

- Chiostro della Collegiata -

Alla sinistra della Collegiata, si apre piazza Pecori, una pacifica piazzetta collegata alla Piazza del Duomo.

Per scoprirla basta passare accanto alla Torre Grossa, attraverso l'arco di San Giovanni (chiamato così per una statua del santo che si trova nella parte più alta e che prima si trovava sulla Porta alle Fonti, una delle porte della città).

Piazza Pecori è davvero pittoresca e completamente pavimentata in cotto: assomiglia al cortile di un'abitazione privata. È davvero un'oasi di tranquillità anche grazie al divieto d'accesso alle macchine.

Sul lato della piazza che confina con la Cattedrale si apre la Loggia del Battistero, un piccolo chiostro in stile romanico. Nel 1632 era stato chiuso e usato come oratorio, poi come Battistero (da qui il nome) per questa ragione fu spostato qui un fonte battesimale del 1379 scolpito da Giovanni di Cecco, con scene del Battesimo di Gesù e due agnelli.

Le arcate del chiostro sono state riaperte in tempi relativamente recenti, riportando la piazza all'aspetto che doveva avere in origine, con il loggiato che si apre su un lato.

Attraverso le colonne si intravede, sul fondo del chiostro una splendida Annunciazione, affrescata da Sebastiano Mainardi, discepolo del Ghirlandaio. Subito sotto all'affresco si trova il fonte battesimale.

Sulla volta del chiostro si conserva un frammento di decorazione che raffigura un Profeta; il suo autore è lo stesso che realizzò le Storie del Nuovo Testamento all'interno della Collegiata.

La piazza è racchiusa dalle arcate e da antichi palazzi che ospitano il Museo d'Arte Sacra e il Museo Archeologico.

La splendida vista delle torri che si gode dal chiostro rende questo spazio chiuso e tranquillo ancora più suggestivo.