FrançaiseItalianoEnglish

- Basilica di San Pietro -

La Cattedrale di San Pietro, che spicca imponente su via dell’Indipendenza, la via principale della città, è la chiesa dove ha sede la Cattedra dell'Arcivescovo di Bologna.

Qui esisteva una chiesa romanica già nell’anno 1000, ma fu distrutta nel 1141 da un incendio devastante, fu così che si decise di ricostruirla. Dalla fine del 1400 lavorarono qui grandi pittori di Ferrara che influenzarono notevolmente Michelangelo, anche se le loro opere andarono perdute nel corso di una ristrutturazione della fine del 1500, ma queste modifiche furono così profonde da far crollare le volte meno di cento anni dopo. Infine, dalla metà del 1700 la chiesa ebbe una nuova facciata.

Oggi l'interno risulta è barocco e dà un'impressione di maestosa grandezza. Tra le opere d'arte, si ammira un’Annunciazione di Ludovico Carracci nel presbiterio, una Crocifissione romanica in legno e un gruppo di terracotta che rappresenta Cristo morto con le Marie piangenti. Il campanile originario non fu mai distrutto, ma tutto intorno ad esso ne fu costruito uno nuovo, nel XIII secolo.

La struttura del vecchio campanile quindi, è ancora visibile dall'interno. All’interno della torre campanaria, si trova "la nonna": la più grossa campana che viene suonata “alla bolognese”, come quelle di San Petronio. Pesa ben 33 quintali! Non a caso il concerto solenne a quattro campane, crea un'onda talmente forte che spesso "la nonna" viene puntellata con la bocca verso l'alto e solo raramente si suonano tutte e quattro le campane, impresa che richiederebbe una squadra di ben ventitré campanari.