ItalyGuides.it rivoluziona il tuo modo di fare il turista! Italia in Realtà Virtuale Viaggio virtuale a Firenze, la città del Rinascimento, Italia in Realtà Virtuale Audioguide su Firenze. Le Audio guide di Firenze in mp3 o iPod Mappa di Firenze - Mappa interattiva di Firenze, Piantina di Firenze, Cartina di Firenze Photo gallery di Firenze, galleria fotografica, Foto di Firenze Hotel a Firenze con prenotazione diretta online. Scegli tra più di 200 Alberghi a Firenze  Segway tour a Firenze
deuFrançaiseespItalianoEnglish

- Palazzo Strozzi -

Si tratta di uno dei più bei palazzi fiorentini, oltre che uno splendido esempio di architettura rinascimentale. Il palazzo si deve a Filippo Strozzi, ricco e abile mercante, appartenente a una delle famiglie più facoltose di Firenze, tradizionalmente ostili ai Medici. La sua costruzione fu iniziata secondo precisi calcoli astrologici, com'era in uso, a quel tempo, tra i ricchi e illuminati mecenati.

Progettato probabilmente da Benedetto da Maiano, questo edificio, dalle dimensioni imponenti, quasi colossali, si impone nel contesto cittadino come un blocco geometrico a sé stante, simbolo del potere e del prestigio del suo proprietario.

L'edificio è anche l'espressione di un nuovo modo di concepire l'abitazione privata, che vede la famiglia come nucleo primario della società.

La vita della famiglia rinascimentale ruota intorno al cortile, vero cuore dell'abitazione. Quello interno al palazzo, opera del Cronaca (che portò a termine la costruzione lasciata incompleta alla morte di Filippo Strozzi) è costituito da un portico ad arcate su snelle colonne corinzie, al di sopra del quale vi è un piano con ampie finestre e, in ultimo, un elegante loggiato coperto da capriate in legno.

All'esterno l'architettura deve rappresentare lo stato sociale della famiglia. Così, il rivestimento esterno è in pietra bugnata, particolarmente imponente, a filari regolari di spessore decrescente verso l'alto. Il disegno è lo stesso per tutte e tre le facciate compiute: una lunga sequenza di bifore nel secondo e terzo piano e, in alto, il fregio che sorregge il magnifico cornicione.

Mentre alla base del blocco si sviluppa la 'panca di via' un sedile in pietra interrotto dai portali a conci bugnati. Inseriti tra le finestre, si possono notare gli anelli in ferro battuto per le torce e gli stendardi e, più in basso, i caratteristici arpioni che servivano per assicurare i cavalli.

Il palazzo restò agli Strozzi fino al 1937, quando fu acquistato dall'Istituto Nazionale delle Assicurazioni e quindi, nel 1999, fu ceduto al Comune di Firenze. Oggi ospita un importante museo.